DC + H-Farm = H-Campus in Progettoborca

novità progettoborca: H-Campus di H-Farm al Villaggio

Moltissime le attività che Dolomiti Contemporanee svilupperà, nel corso del 2016, all’interno dei propri siti-cantiere, diffusi nel paesaggio delle Dolomiti-Unesco, un paesaggio al quale ogni giorno lavoriamo, vivendone la natura, agendolo nella cultura.

E, per il terzo anno, l’ex Villaggio Eni di Borca di Cadore sarà, insieme a Casso, la stazione più performante, il catalizzatore primo delle reazioni artistiche e culturali, connesse alla ricerca e alla sperimentazione, e, per la prima volta, anche alla formazione didattica.

Tra le nuove, importanti partnership della sesta stagione di DC, vi è quella con H-Farm, la piattaforma d’innovazione digitale e incubatore di startup avviato nel 2005 da Riccardo Donadon a Roncade.

E una delle anime di H-Farm è proprio la formazione dei ragazzi, che  -in attesa di H-School-  si compie all’interno di H-Campus, progetto centrale dell’area education di Farm, diretta da Carlo Carraro.

E così, dall’8 al 20 agosto 2016, all’interno del grande, poliedrico, laboratorio sperimentale di Progettoborca, prenderà corpo il Dolomiti Digital Camp.

Si tratta del primo digital summer camp di H-Campus a svolgersi all’esterno della sede storica di Cà Tron a Roncade: questa volta, ci si immegerà dunque nell’eccezionale contesto ambientale delle Dolomiti bellunesi.

Due settimane di laboratori in ambiente, tra boschi e crode, e nello straordinario ex Villaggio Eni di Borca, aperti a ragazzi e ragazzini dai 10 ai 15 anni, nei quali mescolare arte, cultura, natura e digitale, tra stampanti 3D, caccia al tesoro high tech.

Un’esperienza di laboratori digitali in ambiente, tra natura, arte e design, che vedrà docenti, tutor e ragazzi lavorare insieme agli artisti in residenza, su temi quali design thinking, tinkering, LittleBits, stampa 3D, minecraft, arte e natura.

Ricordiamo che, nel 2014, Dolomiti Contemporanee e Minoter hanno attivato Progettoborca, articolata piattaforma di rigenerazione dell’ex Villaggio Eni di Borca, straordinario insediamento composto da numerose strutture d’accoglienza e visitabili (Hotel Boite e Residence Corte, villette monofamiliari, Chiesa di Nostra Signora del Cadore, Colonia, Campeggio).

Ed è proprio in questo sito eccezionale, che ancora oggi rappresenta un caso unico di visione e cultura, sociale e d’azienda, nella storia d’Italia, che DC e H-farm, due progetti diversi, ma accumunati da caratteri spinti di innovazione e ricerca, e da una concreta visone proiettiva, hanno deciso di avviare una collaborazione significativa, che prende avvio con i laboratori di H-Campus.

 

Dolomiti Digital Camp

Durante la seconda e la terza settimana di agosto, i Dolomiti Digital Camp trovano dunque casa nelle strutture nell’ex Villaggio ENI di Borca di Cadore.

Sfruttando le suggestioni ambientali e artistiche del sito, i ragazzi potranno appropriarsi di alcuni spazi all’interno del Villaggio e ripensarlo grazie a dei laboratori digitali, agli strumenti del design thinking e a workshop con gli artisti impegnati nel progetto.

I ragazzi saranno affiancati da docenti e tutor di H-CAMPUS, per avvicinarli a un nuovo modo di esplorare e valorizzare i luoghi attraverso attività di geocaching, una caccia al tesoro 3.0, dove il GPS prende il posto dei bigliettini. Entreranno in contatto con gli artisti in residenza partecipando a workshop che stimolino la creatività e le capacità espressive attraverso il tinkering, riportando in vita oggetti dimenticati e recuperati. Scopriranno come natura e digitale possono entrare in contatto: modellando e scansionando in 3Dimensioni; imparando a usare semplici componenti elettronici (LittleBits) in grado di connettere mondo fisico e virtuale; usando Minecraft per portare il Villaggio all’interno del famosissimo videogioco.

È possibile immergersi completamente nell’avventura del Dolomiti Digital Camp rimanendo a dormire nelle strutture dell’ex Villaggio Eni, ma anche scegliere la modalità giornaliera, arrivare alla mattina, seguire i laboratori e tornare a casa la sera.

 

Dolomiti Digital Camp per il Cadore: le Borse di Studio messe a disposizione dalla Magnifica Comunità di Cadore.

Una quota-parte dei posti a disposizione è infatti riservata a chi abita nelle vicinanze (Provincia di Belluno e Cadore).

Inoltre, grazie all’impegno della Magnifica Comunità di Cadore, sono state previste tre/quattro Borse di Studio, del valore di 250/350 euro, che verranno attribuite a tre/quattro ragazzini provenienti dai territori cadorini, ovvero Val Boite, insieme a Zoppè e Selva; Centro Cadore, da Pieve ad Auronzo; e Comelico.

I ragazzi che saranno destinatari della Borse di Studio offerte dalla Magnifica potranno così partecipare al Dolomiti Digital Camp a titolo completamente gratuito (nel Camp in configurazione non residenziale, che ha un costo di 249 euro ivati – vedi sotto), o parzialmnente gratuito (nel Camp in configurazione residenziale, che ha un costo di 449 euro ivati – vedi sotto).

I ragazzi verranno selezionati da Dolomiti Contemporanee attraverso criteri di valutazione motivazionale in seguito a colloquio personale (scrivere a info@dolomiticontemporanee.net).

E’ infatti cosa essenziale riuscire a integrare le Comunità locali nelle iniziative culturali e legate all’offerta di formazione innovativa, fornendo un’opportunità agevolata di partecipazione a chi proviene dal territorio stesso.

 

Info e prenotazioni

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni al Dolomiti Digital Camp a Borca consultare il sito web www.h-campus.com (qui un post specifico) o scrivere a camp@h-campus.com.

H-CAMPUS/H-FARM via Sile, 41
31056 Roncade (Tv)
www.h-farm.com
www.h-campus.com
info@h-farm.com/info@h-campus.com

   11214132_10153412602464573_9125780744175298110_n-1minoter

news

30 agosto 2019

Michelangelo Penso Vibration tree8 speaker; 80 sezioni di tronco d’abete rosso; 24 voci: 12 testimonianze su Vaia di abitanti del Cadore; 12 interventi di esperti forestali su diversi aspetti legati a Vaia, foresta, clima; 100 metri di cavo; un sistema audio, voce di una
[continua a leggere]

6 giugno 2019

Dolomiti Contemporanee prende parte a Musei delle Dolomiti. Venerdí 7 giugno, il nuovo progetto della Fondazione Dolomiti Unesco viene presentato agli operatori museali al Museo Etnografico della Provincia di Belluno, nell’ambito di una tavola rotonda a cui prendono parte il
[continua a leggere]

23 maggio 2019

DC partecipa all’incontro: Le pratiche artistiche e culturali come cura delle fragilità dei luoghi e delle persone, che si svolge domenica 26 maggio 2019, ore 15.00, Palazzo delle Esposizioni, Roma. Intervengono: Claudio Bocci, Direttore di Federculture Leonardo Delogu,
[continua a leggere]

13 maggio 2019

Tra aprile e maggio 2019, Filippo Romano, fotografo, ha trascorso un periodo in Residenza in Progettoborca, dove ha iniziato a svolgere una ricognizione fotografica sui territori colpiti dalla Tempesta Vaia, che nel 2019 Dolomiti Contemporanee tiene al centro della propria
[continua a leggere]

9 maggio 2019

Nel 2018 Dolomiti Contemporanee ha preso parte all’avvio del progetto Border Crossing (Palermo), che realizza una rete tra progetti culturali e Residenza artistiche sparsi per l’Italia.La partecipazione al progetto viene ribadita anche per il 2019.Giovedì 9 maggio, il
[continua a leggere]

11 aprile 2019

 Il Film documentario A History about Silence, realizzato dall’artista Caterina Erica Shanta e prodotto da Dolomiti Contemporanee nell’ambito della mostra Brain-tooling (Forte Monte Ricco di Pieve di Cadore, estate 2018), è stato selezionato all’edizione 2019
[continua a leggere]

3 aprile 2019

SMACH. Constellation of art, culture & history in the Dolomites SMACH è una open call internazionale per artisti. La quarta edizione di SMACH (2019) ha messo al centro la parola Heimat: questa non è un semplice sostantivo. Come noto, si rivela intraducibile in molte
[continua a leggere]

24 gennaio 2019

Giovedì 31 gennaio 2019Ore 20.30, Sala Comunale di San Vito di Cadorepresentazione del progetto Sanvido Apede per la valorizzazione del centro storico di San Vito di CadoreL’incontro è aperto al pubblico, la popolazione è invitata     Il progetto Sanvido
[continua a leggere]

2 gennaio 2019

avanti savoja, qualcuno ce l’ha sentito dire già: regale ironia di che? la Regina Margherita – regina delle arti e di ogni cosa bella, diceva Benedetto Croce villeggiò a Perarolo di Cadore nel 1881 e ’82. Allora, si sa, l’amava Carducci, che
[continua a leggere]

31 dicembre 2018

Ascolta qui di seguito l’intervento di Tommaso Anfodillo del 31.12.2018, nella diretta del lunedì che Radiocortina dedica a Dolomiti Contemporanee: Tommaso-Anfodillo-31.12.18_il-bosco-dopo-il-29-ottobre.m4a Anfodillo ha fornito alcuni dati, e svolto una serie di
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video