20 maggio, apre il Forte di Monte Ricco: ruolo di DC

La riapertura del Forte di Monte Ricco a Pieve di Cadore: il ruolo di DC

La riflessione che, dal 2011, Dolomiti Contemporanee viene svolgendo sull’identità del Paesaggio contemporaneo, e sul destino del Patrimonio  -d’ambiente, d’architettura, storico e culturale-  passa attraverso l’individuazione dei principali siti-risorsa che marcano il paesaggio dolomitico stesso, contribuendo a configurarlo.

Le modalità di rigenerazione, culturale e funzionale, dei grandi siti costruiti dall’uomo, abbandonati o sottoutilizzati, è uno dei temi centrali propri della ricerca di DC.
Nessun sito è essenziale in sé stesso, quale mero oggetto. L’idea e la pratica del suo riutilizzo, la progettazione di uso e fruizione, sono parte integrante del Bene, esattamente quanto le pietre che lo compongono, e forse più di esse. Se il sito non è un generatore di relazioni virtuose, allora è un cratere.
Responsabilità degli attori territoriali che operano al recupero e al riavviamento di tali strutture-risorsa, è dunque quella di individuare le linee d’azione più corrette e funzionali, coerenti con l’identità del territorio stesso, in una chiave di sostenibilità e innovazione. Bisogna saper attingere al bagaglio storico-culturale che tali siti rappresentano e racchiudono, proiettandolo efficacemente nella contemporaneità.
Sono circa una ventina ad oggi i siti in cui DC ha applicato modelli, piattaforme e progettualità riattivatrici.

Ora, grazie al dialogo avviato con la Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore ed il Comune di Pieve di Cadore oltre un anno fa, Dolomiti Contemporanee viene coinvolto nel riavviamento del Forte di Monte Ricco. 
qui
altre immagini ed informazioni

Il Forte costituisce un’emergenza architettonica storica e culturale eccezionale della terra cadorina, della Provincia di Belluno, della regione dolomitica. L’ultimazione del suo restauro è un momento importante, come lo è l’avviamento della struttura.
Il Forte è una straordinaria risorsa territoriale, la cui identità futura va determinata con cura e attenzione.
Si avvia dunque una importante collaborazione tra DC e le due Fondazioni cadorine che gestiranno la struttura (Fondazione Museo dell’Occhiale e Fondazione Tiziano), e con la Fondazione Cariverona.
Tutti questi soggetti dimostrano in questo momento la propria fiducia nel contemporaneo e nei processi e strategie culturali innovative.

Il progetto culturale ed espositivo di DC per Monte Ricco coinvolge una ventina di giovani artisti, già al lavoro sui temi individuati, e diversi partners importanti.
Una mostra collettiva d’arte contemporanea dunque, sarà il primo contenuto culturale che le persone potranno fruire nel Forte, dalla sua origine.

Il Forte e la mostra fuocoapaesaggio saranno inaugurati il 20 maggio 2017.

Un cantiere-laboratorio, che si modificherà nel corso delle settimane, appoggiandosi ad una Residenza artistica che si viene attrezzando ora a Pieve di Cadore, paese natale di Tiziano Vecellio.
E sarà proprio Tiziano, insieme al Paesaggio, il protagonista di questa mostra, che condurrà l’eterno maestro della pittura d’ogni tempo a contatto diretto con la contemporaneità.

 

Qui alcuni degli spazi del Forte, in un  video realizzato durante i sopralluoghi con gli artisti, tutt’ora in corso.

news

6 novembre 2017

Il 31 ottobre 2017 si è chiusa definitivamente Fuocoapaesaggio, la mostra con cui, il 20 maggio scorso, si è inaugurato il Forte Monte Ricco a Pieve di Cadore. Qui di seguito, alcune considerazioni del curatore di Dolomiti Contemporanee, Gianluca D’Incà Levis, che
[continua a leggere]

26 ottobre 2017

Giovedì 28 dicembre 2017, dalle ore 17.00 alle ore 20.00, si svolgerà presso il Nuovo Spazio di Casso al Vajont un round table aperto agli artisti, nel corso della quale si discuterà sui progetti realizzati e avviati nel 2017 nei siti di Casso, Borca di Cadore e Piave di
[continua a leggere]

4 ottobre 2017

Dolomiti Contemporanee al Rifugio MarcesinaSabato 7 ottobre, ore 15.00 Rifugio Marcesina, Enego (Vi) Alcuni uomini albergano in sé, come elementi organici o culturali, parti d’orso, di lupo, di cervo. Così finalmente possono correre per i boschi e per le crode,
[continua a leggere]

30 settembre 2017

Casa Cametti a Vitorchiano (Viterbo) Complesso di Sant’Agnese Opening 30 settembre 2017, ore 15.00 Una selezione di video relativi all’esperienza di Simone Cametti alla Colonia di Borca di Cadore con Casa Cametti va in mostra a Vitorchiano, dal 30 settembre al 5
[continua a leggere]

25 agosto 2017

Campo di fiamma performance di suono, pittura e fuoco Venerdì 25 agosto, Forte di Monte Ricco, Pieve di Cadore (Bl) dalle ore 18.00 alle ore 19.30 Dafish + Miglietta (Anterra) + Andrea Visentini a cura di Dolomiti Contemporanee Venerdì 25 agosto 2017, dalle ore 18.00 alle
[continua a leggere]

17 agosto 2017

  Nessun paesaggio preesiste all’uomo: uomo e ambiente sono profondamente interconnessi. Il paesaggio non vive dunque di sé stesso, ma delle pratiche che l’uomo vi attiva, abitandolo e costruendolo ogni giorno. Smach, Costellazione di arte, cultura e storia nelle
[continua a leggere]

11 luglio 2017

Tra le numerose attività artistiche, culturali e d’innovazione coltivate dal 2014 dell’ex Villaggio Eni di Corte di Cadore attraverso la piattaforma di Progettoborca, molte hanno carattere laboratoriale e sperimentale. Nell’estate 2016, Dolomiti Contemporanee
[continua a leggere]

5 luglio 2017

Anche per l’estate 2017, Dolomiti Contemporanee e Minoter garantiscono la possibilità di visitare la Colonia ed alcune altre strutture dell’ex Villaggio Eni di Corte di Cadore. I visitatori, accompagnati dal personale di Progettoborca, potranno percorrere gli spazi
[continua a leggere]

25 giugno 2017

Parlano gli uomini, e s’incontrano, nella pratica della cura e dell’arte.Quando siamo arrivati al Forte di Monte Ricco, e abbiamo visto il restauro, abbiamo pensato subito: di certo un artista prenderà le scritte da questi muri, le farà proprie, le farà vivere ancora,
[continua a leggere]

21 giugno 2017

Il progetto di Alessandro Sambini in Fuocoapaesaggio è Grand Tour. Sabato 24 giugno 2017, il processo estetico e sociale e culturale e pittorico e metapoietico innescato da Sambini muoverà ancora lo Spazio del Forte, che gli artisti in Residenza continuano a modificare,
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video