20 maggio, apre il Forte di Monte Ricco: ruolo di DC

La riapertura del Forte di Monte Ricco a Pieve di Cadore: il ruolo di DC

La riflessione che, dal 2011, Dolomiti Contemporanee viene svolgendo sull’identità del Paesaggio contemporaneo, e sul destino del Patrimonio  -d’ambiente, d’architettura, storico e culturale-  passa attraverso l’individuazione dei principali siti-risorsa che marcano il paesaggio dolomitico stesso, contribuendo a configurarlo.

Le modalità di rigenerazione, culturale e funzionale, dei grandi siti costruiti dall’uomo, abbandonati o sottoutilizzati, è uno dei temi centrali propri della ricerca di DC.
Nessun sito è essenziale in sé stesso, quale mero oggetto. L’idea e la pratica del suo riutilizzo, la progettazione di uso e fruizione, sono parte integrante del Bene, esattamente quanto le pietre che lo compongono, e forse più di esse. Se il sito non è un generatore di relazioni virtuose, allora è un cratere.
Responsabilità degli attori territoriali che operano al recupero e al riavviamento di tali strutture-risorsa, è dunque quella di individuare le linee d’azione più corrette e funzionali, coerenti con l’identità del territorio stesso, in una chiave di sostenibilità e innovazione. Bisogna saper attingere al bagaglio storico-culturale che tali siti rappresentano e racchiudono, proiettandolo efficacemente nella contemporaneità.
Sono circa una ventina ad oggi i siti in cui DC ha applicato modelli, piattaforme e progettualità riattivatrici.

Ora, grazie al dialogo avviato con la Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore ed il Comune di Pieve di Cadore oltre un anno fa, Dolomiti Contemporanee viene coinvolto nel riavviamento del Forte di Monte Ricco. 
qui
altre immagini ed informazioni

Il Forte costituisce un’emergenza architettonica storica e culturale eccezionale della terra cadorina, della Provincia di Belluno, della regione dolomitica. L’ultimazione del suo restauro è un momento importante, come lo è l’avviamento della struttura.
Il Forte è una straordinaria risorsa territoriale, la cui identità futura va determinata con cura e attenzione.
Si avvia dunque una importante collaborazione tra DC e le due Fondazioni cadorine che gestiranno la struttura (Fondazione Museo dell’Occhiale e Fondazione Tiziano), e con la Fondazione Cariverona.
Tutti questi soggetti dimostrano in questo momento la propria fiducia nel contemporaneo e nei processi e strategie culturali innovative.

Il progetto culturale ed espositivo di DC per Monte Ricco coinvolge una ventina di giovani artisti, già al lavoro sui temi individuati, e diversi partners importanti.
Una mostra collettiva d’arte contemporanea dunque, sarà il primo contenuto culturale che le persone potranno fruire nel Forte, dalla sua origine.

Il Forte e la mostra fuocoapaesaggio saranno inaugurati il 20 maggio 2017.

Un cantiere-laboratorio, che si modificherà nel corso delle settimane, appoggiandosi ad una Residenza artistica che si viene attrezzando ora a Pieve di Cadore, paese natale di Tiziano Vecellio.
E sarà proprio Tiziano, insieme al Paesaggio, il protagonista di questa mostra, che condurrà l’eterno maestro della pittura d’ogni tempo a contatto diretto con la contemporaneità.

 

Qui alcuni degli spazi del Forte, in un  video realizzato durante i sopralluoghi con gli artisti, tutt’ora in corso.

news

3 ottobre 2018

Venerdì 19 e sabato 20 ottobre 2018: viene l’Openstudio di finestagione di Progettoborca, in curvatura. Molti degli artisti che hanno operato negli scorsi mesi nella Colonia dell’ex Villaggio Eni di Corte di Cadore, all’interno della piattaforma di Progettoborca,
[continua a leggere]

2 ottobre 2018

anche per il 2018 dolomiti contemporanee aderisce alla giornata del contemporaneo amaci, giunta alla 14a edizione. sabato 13 ottobre 2018, la mostra brain-tooling, allestita presso il forte di monte ricco a pieve di cadore, sarà visitabile gratuitamente in orario 10.00-12.30 e
[continua a leggere]

21 settembre 2018

Dolomiti Contemporanee partecipa alla conferenza Cambio di paradigma, visione innovativa e governance per la crescita sostenibile del territorio, che si svolge venerdì 21 settembre 2018, alle ore 16.00, in Sala Bianchi, Viale Fantuzzi (Belluno).La conferenza è organizzata
[continua a leggere]

24 agosto 2018

gli animali che arrampicano e che si spostano in quota – seconda conversazione in gravità – un progetto di penzo+fiorein brain-tooling di dolomiti contemporanee Venerdì 24 agosto 2018ore 18.00 – Forte di Monte Ricco, Pieve di Cadore  (BL) Venerdì 24 agosto
[continua a leggere]

19 agosto 2018

Tabula 4+1  Performance di Evelyn LeveghiDomenica 19 agosto, dalle 12.30 alle 14.00Batteria Castello (esterno), Colle di Monte Ricco, Pieve di Cadore46° 25’ 37.588” N, 12° 22’ 44.338 E—Proseguono le attività legate alla mostra-laboratorio Brain-tooling, allestita
[continua a leggere]

7 agosto 2018

trampolino Italia cortina d’ampezzo – una tesi di laurea e un’idea di rete per rigenerare la struttura, ripensandone l’uso. Il Trampolino Italia è il grande simbolo di Cortina d’Ampezzo, dalle Olimpiadi del 1956.Oltre sessant’anni dopo, è
[continua a leggere]

3 luglio 2018

Le piante e la sfida all’altezza – prima conversazione in gravità -Un progetto di Penzo+Fioreper Brain-tooling di Dolomiti ContemporaneeVenerdì 13 luglio 2018ore 18.00 – Forte di Monte Ricco, Pieve di Cadore  (BL)Venerdì 13 luglio 2018 alle 18.00, il Forte di
[continua a leggere]

5 maggio 2018

Lanificio Paoletti è partner culturale di Dolomiti Contemporanee.Nell’ambito della quinta edizione de La via della Lana, dal titolo, Il Futuro delle Origini, la rassegna di eventi sulla cultura della Lana che si svolge negli spazi dello storico Lanificio Paoletti di
[continua a leggere]

1 maggio 2018

Dolomiti Contemporanee prende parte al Progetto Siparte.SIparte è un percorso di innovazione sociale e imprenditoria giovanile articolato in quattro incontri e un hackathon, volti all’avvio e alla valorizzazione di attività imprenditoriali nel campo agricolo, forestale e
[continua a leggere]

12 aprile 2018

Si è svolto giovedì 12 aprile 2018, presso il Centro Studi Ambiente per l’Alpino di San Vito di Cadore, sede del Dipartimento TESAF, il primo incontro operativo di Sanvito Apede, il tavolo di lavoro che, nei prossimi due anni, vedrà il Comune di San Vito,
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video