enej gala/abaco

enej gala

abaco, installazione, legno, acciaio, pasta modellabile, tessuti, poliuretano espanso, oggetti trovati alla Batteria Castello, orientalite, vinavil, acrilico, dimensioni variabili, 2018

Una grande installazione site-specific, tripartita, si snoda in una delle salette in fuga, entra ed esce dai muri, sprofonda nella cisterna dell’acqua. Sinuosi corpi plastici agglomerati prendono lo spazio.
Le sculture sono realizzate assemblando oggetti trovati e modificati e dipinti in Batteria Castello, la cava-officina del Colle di Monte Ricco.
Il lavoro si svolge come un calcolo irrisolto, attraverso la somma delle azioni e delle relazioni poste da chi ci ha preceduti (Romano Tabacchi).
Sottraendosi dalla forma regolare di un abaco, l’opera diventa protagonista di un equilibrio capriccioso. L’insieme si risolve in un’equazione di pieni e vuoti, che sfruttano ogni presenza per alimentare la propria definizione. Gli spettatori vengono inglobati da questa natura poliedrica, che si serve di loro per rimanere in moto. La situazione suggerisce che solamente una piccola parte di una struttura piu ampia sia stata resa visibile, alla base delle aggregazioni si trova un principio d’incontro. Un incontro avvenuto in ritardo, rispetto all’azione svoltasi qui, a ciò che è stato prima (vita, lavoro). Questa stessa opera composita, di materia e di tempo, viene ora scoperta, in un momento ulteriore, dalle persone che la guardano, e che forse la toccano. Non giace: è in curvatura.

opera in:
brain-tooling
a cura di gianluca d’incà levis, riccardo caldura, petra cason
forte di monte ricco
30 giugno – 30 ottobre 2018
news

6 giugno 2019

Dolomiti Contemporanee prende parte a Musei delle Dolomiti. Venerdí 7 giugno, il nuovo progetto della Fondazione Dolomiti Unesco vienepresentato agli operatori museali al Museo Etnografico della Provincia di Belluno, nell’ambito di una tavola rotonda a cui prendono parte il
[continua a leggere]

23 maggio 2019

DC partecipa all’incontro: Le pratiche artistiche e culturali come cura delle fragilità dei luoghi e delle persone, che si svolge domenica 26 maggio 2019, ore 15.00, Palazzo delle Esposizioni, Roma. Intervengono: Claudio Bocci, Direttore di Federculture Leonardo Delogu,
[continua a leggere]

13 maggio 2019

Tra aprile e maggio 2019, Filippo Romano, fotografo, ha trascorso un periodo in Residenza in Progettoborca, dove ha iniziato a svolgere una ricognizione fotografica sui territori colpiti dalla Tempesta Vaia, che nel 2019 Dolomiti Contemporanee tiene al centro della propria
[continua a leggere]

9 maggio 2019

Nel 2018 Dolomiti Contemporanee ha preso parte all’avvio del progetto Border Crossing (Palermo), che realizza una rete tra progetti culturali e Residenza artistiche sparsi per l’Italia.La partecipazione al progetto viene ribadita anche per il 2019.Giovedì 9 maggio, il
[continua a leggere]

11 aprile 2019

 Il Film documentario A History about Silence, realizzato dall’artista Caterina Erica Shanta e prodotto da Dolomiti Contemporanee nell’ambito della mostra Brain-tooling (Forte Monte Ricco di Pieve di Cadore, estate 2018), è stato selezionato all’edizione 2019
[continua a leggere]

3 aprile 2019

SMACH. Constellation of art, culture & history in the Dolomites SMACH è una open call internazionale per artisti. La quarta edizione di SMACH (2019) ha messo al centro la parola Heimat: questa non è un semplice sostantivo. Come noto, si rivela intraducibile in molte
[continua a leggere]

24 gennaio 2019

Giovedì 31 gennaio 2019Ore 20.30, Sala Comunale di San Vito di Cadorepresentazione del progetto Sanvido Apede per la valorizzazione del centro storico di San Vito di CadoreL’incontro è aperto al pubblico, la popolazione è invitata     Il progetto Sanvido
[continua a leggere]

2 gennaio 2019

avanti savoja, qualcuno ce l’ha sentito dire già: regale ironia di che? la Regina Margherita – regina delle arti e di ogni cosa bella, diceva Benedetto Croce villeggiò a Perarolo di Cadore nel 1881 e ’82. Allora, si sa, l’amava Carducci, che
[continua a leggere]

31 dicembre 2018

Ascolta qui di seguito l’intervento di Tommaso Anfodillo del 31.12.2018, nella diretta del lunedì che Radiocortina dedica a Dolomiti Contemporanee: Tommaso-Anfodillo-31.12.18_il-bosco-dopo-il-29-ottobre.m4a Anfodillo ha fornito alcuni dati, e svolto una serie di
[continua a leggere]

30 dicembre 2018

Il Museo Diocesano di Feltre è stato inaugurato la scorsa primavera (2018), dopo un importante ampliamento e un lungo, straordinario restauro. Fondazione Cariverona ha contribuito in modo fondamentale a questo recupero: qui come a Belluno (Museo Civico Palazzo Fulcis) e a
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video