Fliri, Degiorgis, Tomè in Magnifica – 17 maggio

Era il 2014 quando gli artisti Nicolò Degiorgis, Michael Fliri, Mario Tomè presero parte al progetto Chiavi di Accesso*, sviluppato dal Gal Alto Bellunese.

Le opere realizzate allora vengono ora riallestite nelle antiche prigioni del Palazzo sede della Magnifica Comunità di Cadore, a Pieve di Cadore, in due piccoli ambienti posti al pianterreno, recentemente restaurati.
Nel caso di Degiorgis e Tomè, le opere, parzialmente rielaborate, vengono presentate in una variante aggiornata.

Venerdì  17 maggio 2019, in occasione della Settimana della Cultura Cadorina,  sarà inaugurata l’opera My private Fog di Michael Fliri che, assieme ai lavori degli altri artisti, viene ora data in deposito dal Gal Alto Bellunese alla Magnifica Comunità di Cadore. L’opera rimarrà allestita fino a venerdì 31 maggio.
Da martedì 4 a domenica 16 giugno, sarà la volta di Cima di Nicolò Degiorgis.
La staffetta tra i tre artisti si concluderà con la riproposizione de I Bareloi, di Mario Tomè. L’opera, già parte della collezione del Museo Etnografico Il Poiat di Zoppè di Cadore, rimarrà in mostra dal 19 al 30 giugno.

 —

Nello spazio buio delle ex prigioni, dov’eran condotti i detenuti in attesa  di giudizio, i lavori di Fliri, Degiorgis e Tomè schiudono lo sguardo sulle montagne attorno, per dar vita a nuove visioni dei luoghi nel presente e per immaginarne il futuro. L’arte e i suoi linguaggi offrono ancora – e sempre – la loro chiave d’interpretazione, strumenti  della ricerca e dell’attenzione verso le cose del territorio. Il processo  riflessivo-creativo si pone quale modello di esplorazione e conoscenza della montagna, della sua storia, e della continua e mai facile ricerca di equilibrio tra uomo e ambiente, presente e passato, locale e globale.



INFO

Magnifica Comunità di Cadore (pianterreno), Pieve di Cadore.
Degiorgis, Fliri, Tomè: Arte Contemporanea in Magnifica.
Inaugurazione, venerdì 17 maggio 2019, ore 18.00.
Date e Orari d’apertura:

Michele Fliri, My Private Fog, dal 17 al 30 maggio, 10.00-12.30, 14.30-18.00.
Nicolò Degiorgis, Cima, dal 4 al 16 giugno, 10.00-12.30, 14.30-18.00.
Mario Tomè, I Bareloi, dal 19 al 30 giugno, 10.00-12.30, 14.30-18.00.

L’accesso alle prigioni sarà garantito al pubblico negli orari 10.00-12.30 e 14.30-18.00 dal lunedì al sabato
e su richiesta anche la domenica previa prenotazione  allo 0435 32262 o scrivendo a info@magnificacomunitadicadore.

info@magnificacomunitadicadore.it
info@dolomiticontemporanee.net
gal.cooperazione@dolomites.com

Il progetto si realizza grazie alla Magnifica Comunità di Cadore, in collaborazione con Gal Alto Bellunese e Dolomiti Contemporanee, e con il contributo di Fondazione Cariverona.




*tra il 2014 e il 2015, nell’ambito di Interreg IV I-A AdMuseum, con il progetto Chiavi d’Accesso il Gal Alto Bellunese, la Magnifica Comunità di Cadore con la collaborazione di Dolomiti Contemporanee, attraverso il coinvolgimento di giovani artisti e di alcuni musei del Cadore e di Cortina d’Ampezzo, hanno inteso stimolare una lettura dei beni museali e del territorio al quale essi fanno riferimento per provocare curiosità, dubbi e svelare la non unicità della lettura storica e culturale dei luoghi e dell’agire umano.
news

6 giugno 2019

Dolomiti Contemporanee prende parte a Musei delle Dolomiti. Venerdí 7 giugno, il nuovo progetto della Fondazione Dolomiti Unesco vienepresentato agli operatori museali al Museo Etnografico della Provincia di Belluno, nell’ambito di una tavola rotonda a cui prendono parte il
[continua a leggere]

23 maggio 2019

DC partecipa all’incontro: Le pratiche artistiche e culturali come cura delle fragilità dei luoghi e delle persone, che si svolge domenica 26 maggio 2019, ore 15.00, Palazzo delle Esposizioni, Roma. Intervengono: Claudio Bocci, Direttore di Federculture Leonardo Delogu,
[continua a leggere]

13 maggio 2019

Tra aprile e maggio 2019, Filippo Romano, fotografo, ha trascorso un periodo in Residenza in Progettoborca, dove ha iniziato a svolgere una ricognizione fotografica sui territori colpiti dalla Tempesta Vaia, che nel 2019 Dolomiti Contemporanee tiene al centro della propria
[continua a leggere]

9 maggio 2019

Nel 2018 Dolomiti Contemporanee ha preso parte all’avvio del progetto Border Crossing (Palermo), che realizza una rete tra progetti culturali e Residenza artistiche sparsi per l’Italia.La partecipazione al progetto viene ribadita anche per il 2019.Giovedì 9 maggio, il
[continua a leggere]

11 aprile 2019

 Il Film documentario A History about Silence, realizzato dall’artista Caterina Erica Shanta e prodotto da Dolomiti Contemporanee nell’ambito della mostra Brain-tooling (Forte Monte Ricco di Pieve di Cadore, estate 2018), è stato selezionato all’edizione 2019
[continua a leggere]

3 aprile 2019

SMACH. Constellation of art, culture & history in the Dolomites SMACH è una open call internazionale per artisti. La quarta edizione di SMACH (2019) ha messo al centro la parola Heimat: questa non è un semplice sostantivo. Come noto, si rivela intraducibile in molte
[continua a leggere]

24 gennaio 2019

Giovedì 31 gennaio 2019Ore 20.30, Sala Comunale di San Vito di Cadorepresentazione del progetto Sanvido Apede per la valorizzazione del centro storico di San Vito di CadoreL’incontro è aperto al pubblico, la popolazione è invitata     Il progetto Sanvido
[continua a leggere]

2 gennaio 2019

avanti savoja, qualcuno ce l’ha sentito dire già: regale ironia di che? la Regina Margherita – regina delle arti e di ogni cosa bella, diceva Benedetto Croce villeggiò a Perarolo di Cadore nel 1881 e ’82. Allora, si sa, l’amava Carducci, che
[continua a leggere]

31 dicembre 2018

Ascolta qui di seguito l’intervento di Tommaso Anfodillo del 31.12.2018, nella diretta del lunedì che Radiocortina dedica a Dolomiti Contemporanee: Tommaso-Anfodillo-31.12.18_il-bosco-dopo-il-29-ottobre.m4a Anfodillo ha fornito alcuni dati, e svolto una serie di
[continua a leggere]

30 dicembre 2018

Il Museo Diocesano di Feltre è stato inaugurato la scorsa primavera (2018), dopo un importante ampliamento e un lungo, straordinario restauro. Fondazione Cariverona ha contribuito in modo fondamentale a questo recupero: qui come a Belluno (Museo Civico Palazzo Fulcis) e a
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video