recensione francese di “the inner outside (bivouacs)” – le corridor – 03 agosto 2014

scarica

 

traduzione:

“THE INNER OUTSIDE (BIVOUACS) : UN’ESPOSIZIONE SULL’HABITAT E IL RAPPORTO DELL’UOMO ALLA MONTAGNA

Per la quarta edizione di Dolomiti Contemporanee, nel cuore della vecchia scuola di Casso, piccolo villaggio tra le Dolomiti, l’esposizione « the inner outside (bivouacs) » invita dodici artisti a rappresentare il bivacco, piccolo spazio, cellula di riposo, rifugio dopo un’escursione. Le opere, disegni, pitture, sculture, video e installazioni interrogano lo spettatore sul rapporto tra interno ed esterno.
Cristiano Menchini compara il rigore delle rappresentazioni delle carte topografiche della regione delle Dolomiti con dei disegni di vegetali sui bordi. Così questi appaiono a loro volta degli spazi grafici, simboleggiando un luogo protetto. Installata sul soffitto, l’opera di Michelangelo Penso ci lascia immaginare un animale ancestrale. La scultura di Mattia Bosco e la stampa a getto d’inchiostro di Tiziano Martini possono essere messe in relazione. Mattia Bosco propone un pezzo in marmo dove si crea una tensione tra il processo di creazione naturale e la lavorazione della materia, mentre Tiziano Martini espone la gigantografia di una tavola trovata all’interno del Bivacco Grisetti, dove sono rimasti i segni di graffiti, incisioni e colature, testimonianze della presenza di alpinisti.
Giuseppe Abate ha l’opportunità di creare un’installazione all’interno della camera-bivacco permanente. Il secondo piano dell’esposizione è marcato dalla presenza di un’installazione di Filippo Manzini. In equilibrio, incollata al suolo e a due pilastri, l’opera costituisce un’estensione d’architettura. Andrea Grotto, con 24 disegni della serie Walking I/Walking III invita lo spettatore a raccontarsi delle possibili storie. Suggerisce dei bivacchi e un paesaggio, risultato di un’esplorazione e di una passeggiata. È presentato ugualmente un video che mostra la performance “questa sosta non è un orto” di Mario Tomé. Nel 2012, l’artista è entrato in una scatola-bivacco, che ha sospeso al centro di uno spazio nel Palazzo Crepadona di Belluno. Attraverso questo progetto, ha suggerito la trasposizione di un ambiente montano all’interno dello spazio museale.
All’ultimo piano, Giuseppe Abate ha posato una carta divenuta scultura contro un pilastro, per attirare lo sguardo verso la montagna crollata, visibile dalla finestra. Christian Fogarolli, nel suo video Hôtel-Dieu, rappresenta una ricerca compulsiva di oggetti, rivelando un marasma in un luogo che sembra abbandonato.

Curatore: Gianluca D’Incà Levis Esposizione « The inner outside (bivouacs) », visitabile fino al 31 agosto, nello spazio espositivo di Dolomiti contemporanee a Casso, Venezia, Italia.
Dal 12 settembre ci sarà la seconda esposizione « il meteorite in giardino ». Da seguire anche e prossimamente, progetto borca, una piattaforma artistica situata nell’ex-villaggio ENI, a Borca di Cadore, in Veneto.”

 

traduzione a cura di Francesca Giozet
qui l’articolo originale su le Corridor

news

30 agosto 2019

Michelangelo Penso Vibration tree8 speaker; 80 sezioni di tronco d’abete rosso; 24 voci: 12 testimonianze su Vaia di abitanti del Cadore; 12 interventi di esperti forestali su diversi aspetti legati a Vaia, foresta, clima; 100 metri di cavo; un sistema audio, voce di una
[continua a leggere]

6 giugno 2019

Dolomiti Contemporanee prende parte a Musei delle Dolomiti. Venerdí 7 giugno, il nuovo progetto della Fondazione Dolomiti Unesco viene presentato agli operatori museali al Museo Etnografico della Provincia di Belluno, nell’ambito di una tavola rotonda a cui prendono parte il
[continua a leggere]

23 maggio 2019

DC partecipa all’incontro: Le pratiche artistiche e culturali come cura delle fragilità dei luoghi e delle persone, che si svolge domenica 26 maggio 2019, ore 15.00, Palazzo delle Esposizioni, Roma. Intervengono: Claudio Bocci, Direttore di Federculture Leonardo Delogu,
[continua a leggere]

13 maggio 2019

Tra aprile e maggio 2019, Filippo Romano, fotografo, ha trascorso un periodo in Residenza in Progettoborca, dove ha iniziato a svolgere una ricognizione fotografica sui territori colpiti dalla Tempesta Vaia, che nel 2019 Dolomiti Contemporanee tiene al centro della propria
[continua a leggere]

9 maggio 2019

Nel 2018 Dolomiti Contemporanee ha preso parte all’avvio del progetto Border Crossing (Palermo), che realizza una rete tra progetti culturali e Residenza artistiche sparsi per l’Italia.La partecipazione al progetto viene ribadita anche per il 2019.Giovedì 9 maggio, il
[continua a leggere]

11 aprile 2019

 Il Film documentario A History about Silence, realizzato dall’artista Caterina Erica Shanta e prodotto da Dolomiti Contemporanee nell’ambito della mostra Brain-tooling (Forte Monte Ricco di Pieve di Cadore, estate 2018), è stato selezionato all’edizione 2019
[continua a leggere]

3 aprile 2019

SMACH. Constellation of art, culture & history in the Dolomites SMACH è una open call internazionale per artisti. La quarta edizione di SMACH (2019) ha messo al centro la parola Heimat: questa non è un semplice sostantivo. Come noto, si rivela intraducibile in molte
[continua a leggere]

24 gennaio 2019

Giovedì 31 gennaio 2019Ore 20.30, Sala Comunale di San Vito di Cadorepresentazione del progetto Sanvido Apede per la valorizzazione del centro storico di San Vito di CadoreL’incontro è aperto al pubblico, la popolazione è invitata     Il progetto Sanvido
[continua a leggere]

2 gennaio 2019

avanti savoja, qualcuno ce l’ha sentito dire già: regale ironia di che? la Regina Margherita – regina delle arti e di ogni cosa bella, diceva Benedetto Croce villeggiò a Perarolo di Cadore nel 1881 e ’82. Allora, si sa, l’amava Carducci, che
[continua a leggere]

31 dicembre 2018

Ascolta qui di seguito l’intervento di Tommaso Anfodillo del 31.12.2018, nella diretta del lunedì che Radiocortina dedica a Dolomiti Contemporanee: Tommaso-Anfodillo-31.12.18_il-bosco-dopo-il-29-ottobre.m4a Anfodillo ha fornito alcuni dati, e svolto una serie di
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video