spazi

dolomiti contemporanee (DC) è nato nel 2011.
Da settembre 2012, DC gestisce in modo permanente il Nuovo Spazio di Casso, un’ex scuola elementare, chiusa dal giorno tragico del Vajont(1963), e riaperta dopo mezzo secolo come centro per la Cultura Contemporanea della Montagna.
Il format DC prevede, sin dal suo inizio, l’individuazione di spazi chiusi, quali fabbriche abbandonate, complessi d’archeologia industriale
siti che versano in stato critico, defunzionalizzati, inerti. spazi costruiti, impattanti, “artificiali”, all’interno del contesto naturale delle Dolomiti-Unesco.
Questi Spazi dimenticati vengono intesi quali risorse inutilizzate, ripresi e riavviati, con una politica di occupazione temporanea o permanente, attraverso l’arte contemporanea, l’attività culturale e la ricerca d'innovazione.
i programmi di residenza internazionale sono uno degli strumenti cardine.
In tal modo, i siti ripartono, mentre l’arte e la cultura dimostrano di possedere di fatto una concreta capacità propulsiva e rigenerativa.
Ciò è possibile anche e soprattutto attraverso il rapporto di collaborazione con centinaia di partner, realtà aziendali, produttive e industriali, attivi su questo territorio, che sostengono il progetto, consentendo di attrezzare gli spazi e le Residenze, e di realizzare opere ed attività.

Dal 2014, Dolomiti Contemporanee ha attivato un'importante piattaforma di rigenerazione specifica su un sito straordinario, l'ex Villaggio eni di borca di cadore (www.progettoborca.net).
In questa sezione del website, si trovano gli spazi attualmente attivi (marrone), quelli attivati negli scorsi anni (verde), quelli sui quali si immaginano progetti e cantieri (rosa).

news

8 febbraio 2018

Dopo un percorso di avvicinamento, e la firma di una Convenzione tra Comune di San Vito di Cadore e Università degli Studi di Padova, ieri, 7 febbraio 2018, prima riunione informale del gruppo di lavoro di San Vito/Valle del Boite, presso il Centro Studi Ambiente Alpino di San
[continua a leggere]

6 novembre 2017

Il 31 ottobre 2017 si è chiusa definitivamente Fuocoapaesaggio, la mostra con cui, il 20 maggio scorso, si è inaugurato il Forte Monte Ricco a Pieve di Cadore. Qui di seguito, alcune considerazioni del curatore di Dolomiti Contemporanee, Gianluca D’Incà Levis, che
[continua a leggere]

26 ottobre 2017

Giovedì 28 dicembre 2017, dalle ore 17.00 alle ore 20.00, si svolgerà presso il Nuovo Spazio di Casso al Vajont un round table aperto agli artisti, nel corso della quale si discuterà sui progetti realizzati e avviati nel 2017 nei siti di Casso, Borca di Cadore e Piave di
[continua a leggere]
dc 2016 video
dc 2016 video