La stagione estiva-autunnale 2013 di Dolomiti Contemporanee si è aperta con la mostra Roccedimenti. Fatte, non finite, le nature contemporanee inaugurata il 6 luglio nel Nuovo Spazio di Casso.
Il Nuovo Spazio di Casso, l’ex-scuola del paese chiusa nel 1963 in seguito alla Tragedia del Vajont, è il primo sito permanente di DC riaperto a settembre 2012 con la mostra Bilico.
Dolomiti Contemporanee ha curato quest’anno il programma di eventi artistici-culturali della Settimana Unesco/Dolomiti Days, promosso dalla Fondazione Dolomiti Unesco e dalla Provincia di Pordenone nelle Dolomiti Friulane.
Altri eventi, non solo espositivi, hanno avuto luogo tra le province di Belluno e di Pordenone.

Segnaliamo qui di fila i principali eventi della stagione DC013:

 

Roccedimenti. Fatte, non finite, le nature contemporanee.
thumbroccedicassoMostra collettiva d’arte contemporanea
6 luglio – 8 settembre
Nuovo Spazio espositivo di Casso
A cura di Gianluca D’Incà Levis,
con la collaborazione di Guido Bartorelli








Artisti in mostra: Francesco Ardini, Pierpaolo Febbo, Jean-Baptiste Camille Corot, Gianni De Val, Aron Demetz, Andrea Grotto, Alessandro Pagani, Emmanuele Panzarini, Mario Tomè, Alessandro Roma, Cosimo Terlizzi, Lucia Veronesi, Davide Zucco.

 

Arte in Dolomite dall’800 ad oggi
thumbdaverioConversazione
mercoledì 10 luglio, ore 20.45
Sala Convegni di Claut










Intervengono: Gianluca D’Incà Levis, curatore di Dolomiti Contemporanee e direttore del Nuovo Spazio di Casso, Philippe Daverio, critico e divulgatore d’arte, Alessandra De Bigontina, direttrice del Museo d’arte moderna Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo.

 

Laboratori didattici
SAMSUNGGiovedì 11 luglio
Nuovo Spazio espositivo di Casso











Gli orari sono i seguenti:
Ore 10.00 – 12.00 Supernatural, workshop con l’artista Federico Lanaro.
Ore 15.00 – 16.30 Fuoriluoghi: Dolomiti Pop-Up, laboratori didattici con l’Associazione il Margine.
Ore 16.30 – 18.30 Supernatural, workshop con l’artista Federico Lanaro.

 

Fare cultura in montagna: un’impresa produttiva
thumbsdolomitidaysIncontro-dibattito
Venerdì 12 luglio, ore 15.30
sede del Parco Naturale Dolomiti Friulane (Cimolais)










All’incontro, che verterà su alcune modalità alternative, come quella proposta da Dolomiti Contemporanee, di promuovere e valorizzare strutture, temi, territorio, attraverso arte e cultura, prenderanno parte: Luciano Pezzin, Presidente del Parco Naturale Dolomiti Friulane, Giuseppe Verdichizzi, Assessore Provincia di Pordenone, Gianluca D’Incà Levis, curatore di Dolomiti Contemporanee e direttore del Nuovo Spazio di Casso, Marco Melchiori, Direttore Confindustria Belluno Dolomiti, Loretta Ben, Sindaco di Taibon Agordino, Flavio Faoro, Direttore del festival Oltre le Vette, Fabrizio Panozzo, professore dipartimento di manegment Università Cà Foscari Venezia, Antonio Cason, Ad Cason Marmi.

 

 Il rilancio di spazi dismessi attraverso l’arte
thumbmartelloconvegno
27 luglio
Hotel Paradiso, Val martello (Bz)










Sabato 27 luglio Dolomiti Contemporanee partecipa al convegno Nuove idee per l’Hotel Paradiso, promosso dalla Fondazione Architettura Alto Adige.
Si discuterà del ruolo dell’arte e della cultura nella riattivazione di siti dismessi, a partire dal caso dell’Hotel Paradiso, edificio progettato dall’architetto Giò Ponti negli anni ’30 e da lungo tempo abbandonato.

ore 13.00 intervento di Gianluca D’Incà Levis dal titolo Il rilancio di spazi dismessi attraverso l’arte.
ore 17.00 CONFINE, performance di Stefano Cagol in collaborazione con Dolomiti Contemporanee.

 

La cura dello sguardo
thumblacuradellosguardo3 agosto – 29 settembre
a cura di Gianluca D’Incà Levis ed Elisa Decet
Museo Paleontologico Rinaldo Zardini, Cortina d’Ampezzo (BL)
in collaborazione con il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi









artisti in mostra: gabriele grones, patte loper, elena mazzi, valentina merzi, maria francesca tassi.

La mostra viene organizzata in collaborazione con il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi, e vede la partecipazione di una selezione di giovani artisti italiani, alcuni dei quali provenienti dalla Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia, che potranno lavorare a Cortina grazie ad una Residenza attrezzata grazie alla disponibilità dalle Regole d’Ampezzo.

 

et una oseliera et non vi è
thumbeunoseliera10 agosto – 29 settembre
a cura di Gianluca D’Incà Levis
Castello di Andraz, Livinallongo del Col di Lana (BL)










artisti in mostra: fabiano de martin topranin, luca chiesura, COLORA (lorenzo commisso/rachele burgato), hannes egger, denis riva, giuseppe vigolo.

Una selezione di giovani artisti porterà la propria visione critica, e le proprie opere plastiche, all’interno della spettacolare rocca di Andraz, nella cui architettura si combinano storia, conservazione, modernità tecnologica. Un’altra mostra in cui natura, ambiente, pratiche antropiche, vengono analizzate e riformalizzate attraverso le opere. La mostra si realizza grazie alla collaborazione del Comune di Livinallongo, e in particolare al sostegno di Daniela Templari.



let’s make like a tree. and leaves.
thumbleavesofmercoledì 14 agosto, ore 18.00
nuovo spazio di casso
progetto di Elisa bertaglia
a cura di gianluca d’incà levis









Let’s make like a tree. and leaves è un progetto sviluppato nel corso di una residenza d’artista all’interno degli spazi di Dolomiti Contemporanee a Casso. Per dieci giorni elisa bertaglia vivrà a casso realizzando dei disegni. ognuno dei disegni verrà tagliato a metà. La prima parte verrà consegnata ad ognuna delle dieci famiglie residenti a Casso. La seconda metà dell’opera verrà loro consegnata il 14 agosto, nel corso della serata di chiusura della residenza di elisa a casso.
l’opera si prefigge l’obiettivo di instaurare una relazione simbolica e reale, di scambio, tra l’artista e gli abitanti del luogo.



open in painting

thumbopeninbrigata19 – 25 agosto
 
opening 1 settembre, ore 11.00
rifugio brigata alpina cadore (nevegal)










tra il 19 e il 25 agosto dolomiti contemporanee realizzerà un intervento sul rifugio brigata alpina cadore, al colle del nevegal (bl). il rifugio brigata alpina cadore è un parallelepipedo di cemento di 30×10 m posto a 1615 msldm, e chiuso al pubblico da vent’anni. l’intervento grafico-pittorico viene realizzato da tre artisti italiani; una serie immagini e figure copriranno integralmente le quattro facciate dell’edificio, da terra a cielo, a tuttotondo. il brigata alpina cadore non è brutto in quanto il manufatto è di cemento. è brutto in quanto chiuso. quest’operazione grafico-culturale intende generare un’attenzione su di esso, nella prospettiva di una sua riapertura. l’intervento viene realizzato grazie al sostegno dell’alpe del nevegal, in collaborazione con il comune di belluno e la soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici.

 

la legròsega pandùda
thumblegrosega
performance di andrea grotto
domenica 8 settembre, ore 19.00
nuovo spazio di casso










La Legrosega è la protagonista di una vecchia storia cassana, da lungo tempo tramandata. Una donna dalle gambe di capra, presenza inquietante, ombra fantasma, monito e spavento, ad atterrire i bimbi.
Con questa performance, l’artista si è connesso direttamente alla tradizione ed alla storia del borgo di Cas, utilizzando questo elemento della cultura e del folklore locale per mettere in scena la propria agnizione, all’interno dello spazio di mostra, completamente trasfigurato dall’allestimento scenografico.

 

Upokeimenon (sott’acque)
thumbupokeimenon21 settembre/03 novembre – 
Nuovo Spazio espositivo di Casso

28 settembre/03 novembre – 
Civico Aquario Marino di Trieste

a cura di Gianluca D’Incà Levis 
in collaborazione con Michela Lupieri

03 novembre finissage a Casso




Upokeimenon ha a tema l’acqua, intesa quale elemento fondativo e principio generatore. L’elemento liquido viene analizzato, svolto, rappresentato, attraverso le opere di 13 artisti. Il corpo principale dell’esposizione si trova a Casso, e rimarrà visitabile fino al 27 ottobre. Al suo interno, un progetto site-specific, realizzato attraverso la Residenza, verrà sviluppato a sei mani da Michele Gabriele, T-Yong Chung, Jonathan Vivacqua (Chunga-wacra). La mostra si completa e arricchisce di alcune partnership significative. La prima con Trieste Next, Salone Europeo della Ricerca Scientifica, il cui tema per l’edizione del 2013 è Waterwise. Questa collaborazione con il Comune di Trieste ha portato Dolomiti Contemporanee ad operare direttamente all’interno dell’Aquario Marino di Trieste. Una seconda partnership è stata attivata con NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, via (d’acqua), e in particolare con La Piave, workshop itinerante lungo il fiume Piave, parte del Master Paesaggi straordinari, ideato da Elisabetta Bianchessi, Alessandro Mason, Alessio Guarino.

 

The End of the Border (of the Mind). On the road backstage
thumbtrentofilmpresentazione video
10 ottobre
Museion, Museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano










Dolomiti Contemporanee
, in collaborazione con il Trento Film Festival, presenta The End of the Border (of the Mind). On the road backstage
L’evento si svolgerà giovedì 10 ottobre, alle ore 20.00, presso il Museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano Museion, ed è inserito nel programma di MontagnaLibri 2013.
Stefano Cagol e Gianluca D’Incà Levis, curatore di DC, presenteranno, attraverso una conversazione, il video che documenta l’esperienza di La Fine del Confine (della Mente)/The End of the Border (of the Mind), opera-viaggio che lo scorso marzo prese significativamente avvio dalla Diga del Vajont, presso il Nuovo Spazio di Casso.

 

Il mio studio è tra i boschi
il mio studio thumbincontro-dibattito
domenica 1 dicembre, dalle ore 11.00
Municipio di Erto e Casso/Nuovo Spazio di Casso

annullato per impedimento di alcuni relatori

posticipato a domenica 12 gennaio 2014, dalle ore 11.00






Dolomiti Contemporanee ospita il talk dal titolo “Il mio studio è tra i boschi. Residenze artistiche e natura a confronto”, un dibattito pubblico nel quale si confronteranno tre importanti esperienze di residenze d’artista accomunate dal fatto di essere collocate in contesti ambientali poco antropizzati o in luoghi fortemente caratterizzati dalla presenza della natura.
Intervengono Gianluca D’Incà Levis (Dolomiti Contemporanee), Giovanni Gaggia (Sponge ArteContemporanea) e Tiziana Pers (RAVE Residency). Modera Daniele Capra (curatore indipendente)

 

Arte come attivazione di processi, senso di comunità – Piccolo Festival dell’Arte (Trento)
piccolofestivalartethumbtalk
mercoledì 4 dicembre, ore 16.30
Piccolo Festival dell’Arte di Trento










Mercoledì 4 dicembre, alle ore 16.30, Dolomiti Contemporanee partecipa al Piccolo Festival dell’Arte di Trento. Nell’incontro “Arte come attivazione di processi, senso di comunità”, Gianluca D’Incà Levis racconterà il progetto DC.

Il Nuovo Spazio di Casso riaprirà stabilmente a primavera.
diverse attività saranno realizzate anche nei mesi invernali: è possibile averne notizia in questa sezione del sito che verrà aggiornata di volta in volta.
Sono possibili visite guidate allo Spazio su prenotazione (info@dolomiticontemporanee.net). Fino a Gennaio rimane allestita la mostra Upokeimenon.

news

4 ottobre 2017

Dolomiti Contemporanee al Rifugio MarcesinaSabato 7 ottobre, ore 15.00 Rifugio Marcesina, Enego (Vi) Alcuni uomini albergano in sé, come elementi organici o culturali, parti d’orso, di lupo, di cervo. Così finalmente possono correre per i boschi e per le crode,
[continua a leggere]

30 settembre 2017

Casa Cametti a Vitorchiano (Viterbo) Complesso di Sant’Agnese Opening 30 settembre 2017, ore 15.00 Una selezione di video relativi all’esperienza di Simone Cametti alla Colonia di Borca di Cadore con Casa Cametti va in mostra a Vitorchiano, dal 30 settembre al 5
[continua a leggere]

25 agosto 2017

Campo di fiamma performance di suono, pittura e fuoco Venerdì 25 agosto, Forte di Monte Ricco, Pieve di Cadore (Bl) dalle ore 18.00 alle ore 19.30 Dafish + Miglietta (Anterra) + Andrea Visentini a cura di Dolomiti Contemporanee Venerdì 25 agosto 2017, dalle ore 18.00 alle
[continua a leggere]
dc 2016 video
dc 2016 video