Luka Širok/A mass of Titian curls

Luka Širok

A mass of Titian curls, tre opere in carboncino nero, diluente nitro, acrilico, PVC plastica, 100×100 cm; scultura in filo elettrico in resina, dimensioni variabili, 2018

Luka Širok accetta la sfida di Tiziano Contemporaneo, lo studia attentamente, lo interpreta personalmente (scienza del vortice, sguardo che scava).
I soggetti nervosi dei tre quadri grafici (carboncino, nitro acrilico su pvc su supporto plastico), non hanno a che fare con Tiziano: supporto industriale, una cauta, opportuna, distanza iconografica.
Ma la tecnica impiegata vi si riferisce, esasperando un dato noto, come in una circonvoluzione introversa, kubiniana, linea dinamica d’ingarbuglio.
I lavori si ispirano principalmente ad alcuni elementi che divengono la base del progetto: l’uso del colore ed il gesto violento, la luce, l’innovatività drammatica dell’ultima produzione di Tiziano.
Quella massa indistinta di colori, che Tiziano gettava quasi sulla tela, e servivano a far letto…che facevano comparire in quattro pennellate la promessa di una rara figura.
Questa tecnica furibonda e sorprendente, intuitiva e veloce e grafica, dell’abbozzo, che fan dire la frase campale: Tiziano non dipinge quasi mai alla prima.
Senza cura apparente, il raptus dell’organizzazione fulminante, senza più concentrazione per la definizione, via i contorni.
Una sorta di vanificazione dell’accademia, un impulso vorace (ed attento) d’energia gestuale, che prelude ad ogni esperienza pittorica riformulativa, all’informale d’ogni secolo, allo scompaginamento del canone e della costruzione misurata.
Ecco la massa dei ricci di Tiziano, che sono schegge in continuità, linee veloci (un’unica linea ininterrotta, infinita, ad ammassar le masse) slanciate a coprire i fondi quieti, l’intreccio di filamento connettivo, lo scheletro grafico della forma brulicata, lo sprezzo del rigor canonico, l’esplosione dei raggi curvi, che tessono una trama sottesa, che vien dal ventre dell’uomo.
Anche se, d’altronde, si dice pure che Tiziano appendeva le sue veneri alle nuvole del Cadore.

opera in:
brain-tooling
a cura di gianluca d’incà levis, riccardo caldura, petra cason
forte di monte ricco
30 giugno – 30 ottobre 2018
news

8 agosto 2021

VACCANZAThe Mountain Tropical Experience ovveroFondazione Malutta AGAINST Dolomiti Contemporanee31 luglio – 3 ottobre 2021Spazio di Casso al Vajont opening sabato 31 luglio, ore 17.00dalle 18.00 suonano:giuseppe de benedittis e francesco peccolo – tem_platepaolo
[continua a leggere]

29 luglio 2021

Dove va Proteo?
Proteo è l’esemplare di Grammostola Pulchra di tre anni d’età, che attende di entrare fisicamente nella teca della Cooperativa di Cortina, dalla quale esso risulta al momento temporaneamente escluso, e ora vi diciamo perchè, mentre però già vi
[continua a leggere]

17 luglio 2021

Epsonaldo & The Underdogsmostra personale di Alessandro Sambinia cura di G. D’Incà Leviscon l’assistenza di Giovanna Repetto e Matteo Razzano e la consulenza di Gabriele Greco. Dal 17 luglio al 3 settembreCooperativa di Cortina e Libreria Sovillaorario
[continua a leggere]

1 luglio 2021

giovedì 1 luglio 2021, ore 19:00 - lecture: arte e residenze internazionali nel territorio alpino giovedì 1 luglio 2021, Dolomiti Contemporanee prende parte ad una serie di conferenze organizzate dalla Städelschule di Francoforte. Le conferenze della Städelschule,
[continua a leggere]

29 aprile 2021

  Rigenerare la montagna – ConvegnoGiovedì 29 aprile 2021, ore 18.00 giovedì 29 aprile 2021, dolomiti contemporanee partecipa al convegno Rigenerare la montagna. Azioni di valorizzazione dei territori delle Dolomiti, a cura di Venice Climate Lab, in
[continua a leggere]

20 marzo 2021

Pamela Breda/Untitled in Tò nòn ignà – foto di G. De  Donà, 2015 — Il terzo fragile. L’istituirsi del bene comune nelle aree rurali Sabato 20 marzo 2021, Dolomiti Contemporanee partecipa al sedicesimo convegno (online) “Aree Fragili” promosso
[continua a leggere]

16 marzo 2021

Monica Bartocci conduce Non Solo Performig Arts, un programma di Rai Radio Live.Una media partnership con cheFare ha inaugurato lo spin-off espressamente dedicato ai Nuovo Centri Culturali Italiani, questa importante infrastruttura civica dell’Italia contemporanea, che
[continua a leggere]

26 febbraio 2021

Venerdì 26 febbraio 2021, ore 10:00-12:00, panel webinar: Two Calls for Vajont, Concorso Artistico Internazionale: fase _restart.L’arte pubblica come pratica rigeneratrice per paesaggio e territori.  Il Concorso Artistico Internazionale Two Calls for Vajont è stato
[continua a leggere]

20 novembre 2020

venerdì 20 novembre 2020, dalle ore 16:00, dolomiti contemporanee partecipa alla web-conference riuso del moderno due. territorio, progetto, futuro e qualità. sguardi e modalità operative per un rinnovato impegno civile degli architetti. l’intervento di G.
[continua a leggere]

18 novembre 2020

    mercoledì 18 novembre 2020, dolomiti contemporanee partecipa al convegno online promosso dalla fondazione courmayeur mont blanc alpi partecipate. montagne in mostra. L’intervento di g. d’incà levis, ideatore e curatore di dolomiti
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video