il video e le foto dell’opening delle nuove mostre a cas

Sabato 3 agosto 2019 abbiamo (finalmente) riaperto il Nuovo Spazio Di Casso, con due nuove mostre, una delle quali, Sentieri non-euclidei, ha avuto una gestazione lunga e troppo complessa.
L’avremmo voluta già per l’estate 2018, ma quell’estate se ne volò via: e non certo a causa nostra, che eravamo pronti e decisi: come sempre.

qui il video dell’opening.

Ma insomma, ringraziamo il Comune di Erto e Casso, e il nostro Sindaco Fernando Carrara (e il Sindaco che per primo ci volle nel Vajont, Luciano Pezzin), e la Regione Friuli-Venezia Giulia, che, con la Direzione centrale risorse agroalimentari, forestali e ittiche Servizio biodiversita, son sempre al nostro fianco.

E però questa sofferta apertura c’è stata ed è venuta bene: tra sabato e domenica, oltre duecento persone son venute a Cas.

Le mostre sono due. Oltre alla bipersonale di Alberto Scodro e Mirko Baricchi, curata da Daniele Capra, fino al 29 settembre, lo Spazio ospita una seconda esposizione, Fibra flessa (schianta l’uomo non il bosco), che è un pezzo del Cantierdivaia di Dolomiti Contemporanee.

Cantieredivaia è un vasto progetto di ricerca che connette il territorio, l’evento distruttivo d’ottobre 2018, gli abitatori della montagna colpita, e chi sa e vuole averne cura: enti, tecnici, e noi stessi: noi con la cura attenta del contemporaneo, strumento critico delle rigenerazione, culturale e territoriale.

Non ci sono molti soggetti in grado di mettere insieme due mostre così diverse, evitando stridii e compromissioni, e questo va detto.
Una mostra plastica, fatta di scultura e pittura.
E un’altra mostra che è un pezzo d’un apparato complesso e strutturato, come spesso sono gli apparati ideati e costruiti da DC, per indagare i territori, entrarvi, comprenderli, coltivarli.
Perché ci riusciamo?
Perché siamo presenti e decisi (senza alcuna fretta), con le idee chiare ben piantate nella testa mobile.
Ci riusciamo perché sappiamo dove siamo, siamo dove vogliamo, e qui dove sappiamo stare sappiamo pure accogliere e introdurre.
E infatti c’era un pubblico vasto, sabato.
Quello dell’arte contemporanea, con gli artisti, i curatori, i galleristi.
C’erano i cassani.
C’erano gli esploratori di Vaia
C’era chi ascoltava Enrico Coniglio, portato da Fabrizio De Bon e Ecoacustica, col suo lavoro sul digrignare dei venti (The grand parade of hostile winds), che andava per l’arie dalla passerella slanciata al Toc
C’erano i nostri partner, che ringraziamo tutti.

Qui alcune foto dell’opening (di Cinzia Gallina e Nicola Noro e Daniele Capra).

news

22 maggio 2024

Borca di Cadore, spitta.–Maggio 2024 In questi giorni Dolomiti Contemporanee ospita all’ex Villaggio Eni di Borca di Cadore, in Progettoborca, gli studenti e alcuni tutor del corso MA POST dell’Art Academy of Latvia di Riga, Lettonia.L’incontro nasce dal desiderio
[continua a leggere]

22 aprile 2024

  Cronache d’attualità.Sarà pur chiaro come quella di paesaggio non sia una definizione inchiodata, perchè il paesaggio non è un’ente che cerchi una rappresentazione univoca, ma una permanente trasformazione d’ambito?
Nessun paesaggio è dunque
[continua a leggere]

18 aprile 2024

Stasera, giovedì 18 aprile 2024, torniamo all’M9 di Mestre, grazie a Simone Sfriso e alla Fondazione Architetti APPC di Venezia per l’invito nella rassegna Paralleli: Architettura è…Alle ore 18.00, Gianluca D’Incà Levis, curatore di Dolomiti Contemporanee,
[continua a leggere]

16 novembre 2023

Foresta Aliena/Alien Forest – La mostra con Portsmouth al Nuovo Spazio di Casso al Vajont, agosto/dicembre 2023 – Foto Chiara Beretta. — Anche quest’anno prosegue la collaborazione tra Dolomiti Contemporanee e la Scuola di Architettura di Portsmouth –
[continua a leggere]

12 luglio 2023

Assemblea Supercondominio 4, 2022, Foto Andrea Guermani – Sabato 15 e domenica 16 luglio 2023, Dolomiti Contemporanee partecipa Oltre la soglia assoluta, quinta edizione di Supercondominio, 
L’assemblea degli spazi e dei progetti italiani d’arte contemporanea che
[continua a leggere]

22 giugno 2023

  Dolomiti Contemporanee è nel volume THE LAST GRAND TOUR – Contemporary phenomena and strategies of living in Italy, curato da MICHAEL OBRIST (feld72) & ANTONIETTA PUTZU, e pubblicato a giugno 2023 da Park Books.[...] Per gran parte del XVI secolo fino
[continua a leggere]

6 febbraio 2023

Venerdì 10 e domenica 12 febbraio 2023: una delle ultime occasioni per visitare la mostra  Who Killed Bambi? a Casso. Poi la smontiamo, e ne facciamo un’altra?Orari di apertura:venerdì 10, dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00domenica 12, dalle ore 10:00
[continua a leggere]

28 gennaio 2023

  Giovedì 2 febbraio 2023 DC partecipa all’incontro intitolato: Gli impianti sportivi della VII Olimpiade invernale 1956. Ore 18:00, Ciasa de Ra Regoles – Cortina d’Ampezzo. L’incontro, organizzato da Italia Nostra, vede la partecipazione di
[continua a leggere]

18 settembre 2022

Dolomiti Contemporanee aderisce alla 18esima giornata amaci del contemporaneoSABATO 8 OTTOBRE 2022 Nuovo Spazio di Casso al VajontWho Ate Bambi?che è dentro a Who Killed Bambi? In occasione della giornata AMACI del Contemporaneo Dolomiti Contemporanee propone questo menù:la
[continua a leggere]

21 maggio 2022

Nella sola ultima settimana di maggio 2022, Dolomiti Contemporanee partecipa a quattro tra Convegni, Corsi di alta formazione, incontri con gruppi di ricerca. Sono tutte occasioni, queste, in cui raccontiamo le progettualità, l’approccio ed i principali cantieri di DC,
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video