massimo tevarotto/superficium

massimo tevarotto

Superficium (ciondolo), argento e acciaio, 5×11 cm + 2,5m cavo d’acciaio, 2019.
Superficium (bracciale), argento, 8×4 cm, 2019.
Superficium (anello), argento, 8×3 cm, 2019.

Queste opere sono parte di Cantieredivaia.
 
Con Superficium, risultato di a collaborazione con il progetto Prometheus_ in Progettoborca, Massimo Tevarotto elabora la frattura.
Fa pulizia del materiale emotivo crudo dello schianto. Perlustra la faglia, dove nuova superficie si genera per sottrazione di volume. Il bosco, dopo Tempesta Vaia, è sgombro, la mente pure deve esserlo.
Le chiome e i fusti spezzati portano all’orizzonte dello sguardo gli elementi, prima verticali. L’ordine di senso è ribaltato con quello della lettura; ciò che prima risultava apparentemente inerte nella sua rassicurante stabilità è riapparso prepotentemente ad un’attenzione a lungo latitante.
 
Massimo realizza tre oggetti, di una gioielleria contemporanea da lui perseguita, capace di fondere conoscenze e forme moderne con alchimia e tecniche antiche. Tre gioielli apotropaici, strumenti di un moderno sciamano che si veste delle rovine trasmutandone immediatamente il senso. Le fa proprie, le fa sé. Non più resti, ma materia viva che crea e trasmette saperi e visioni. Ne percorre le superfici creandone di nuove lì dove le masse collidono, si increspano. L’argento si plasma e registra, ma distorce attenuando le asperità: distorce, traduce ed integra rocce e cortecce, senza mai ricalcare. Inedite superfici su cui attecchisce un nuovo senso. Ossidano quindi, come gli apparati radicali e le zolle divelte tra cui ora germogliano nuove specie.
 
Il processo coniato e applicato dall’autore va oltre Vaia nella sua dimensione eventuale. Incanala piuttosto la forza della tempesta per stimolare nuovi sguardi, acquisire nuovi materiali e forme. Perché l’attenzione e la cura derivano dalla capacità di appropriarsi delle forme
(Lorenzo Barbasetti di Prun, Promethus_)

 

opera in:
altri dardi
a cura di gianluca d’incà levis
forte di monte ricco
29 agosto – 27 ottobre 2019

news

18 luglio 2020

  Dolomiti Contemporanee è una delle Bandiere Verdi del Rapporto Carovana delle Alpi 2020 di Legambiente 2020, che premia “pratiche innovative ed esperienze di qualità ambientale e culturale nei territori montani“.19 le Bandiere assegnate nell’arco
[continua a leggere]

15 aprile 2020

  Mercoledì 15 aprile 2020 Dolomiti Contemporanee partecipa a un incontro in remoto incentrato sul tema della riattivazione dei territori montani e abbandonati. L’incontro fa parte dei Laboratori di innovazione per la rigenerazione di spazi dismessi.Ricerca e incontri
[continua a leggere]

9 aprile 2020

La Casa Editrice Tabacco è partner di Dolomiti Contemporanee dal 2011. La montagna è un ambiente eccezionale, e complesso.Per affrontarla, bisognerebbe conoscerla.A meno che non si pensi d’andarci solo alla “vien come viene”, senza saperne nulla, guidati dal
[continua a leggere]

1 novembre 2019

  Non si interrompe il filo (corda) che lega DC a Palermo: tutta questa croda calda nell’isola, che amiamo. Dal 6 novembre all’8 dicembre 2019 si svolgerà a Palermo Übermauer, la seconda edizione di BAM-Biennale Arcipelago Mediterraneo, con un core program a
[continua a leggere]

22 ottobre 2019

Venerdì 25 ottobre 2019, Dolomiti Contemporanee ospita il workshop Dopo Vaia: agricoltura in montagna e cambiamento climatico.Si tratta di un’iniziativa della Fondazione Dolomiti Unesco in sinergia con Ufficio Biodiversità della Regione Friuli Venezia Giulia.Uno
[continua a leggere]

2 ottobre 2019

Tiziano Contemporaneo: avviamento del progetto al Forte di Monte Ricco a Pieve di Cadore (2017/2019)Tutti lo sanno: Tiziano Vecellio nasce a Pieve di Cadore (Bl), negli ultimi anni del quindicesimo secolo.A maggio 2017, dopo lungo restauro eseguito con il fondamentale sostegno
[continua a leggere]

30 agosto 2019

Michelangelo Penso Vibration tree8 speaker; 80 sezioni di tronco d’abete rosso; 24 voci: 12 testimonianze su Vaia di abitanti del Cadore; 12 interventi di esperti forestali su diversi aspetti legati a Vaia, foresta, clima; 100 metri di cavo; un sistema audio, voce di una
[continua a leggere]

11 luglio 2019

 DC2019 cantieredivaia— To Be Here and There, mostra collettivaa cura di Gianluca D’Incà Levis e Evelyn LeveghiForte di Monte Ricco, Pieve di Cadore (Bl)giugno/settembre 2019 Workshop Stream – arte architettura rigenerazioneForte di Monte Ricco e
[continua a leggere]

6 giugno 2019

Dolomiti Contemporanee prende parte a Musei delle Dolomiti. Venerdí 7 giugno, il nuovo progetto della Fondazione Dolomiti Unesco viene presentato agli operatori museali al Museo Etnografico della Provincia di Belluno, nell’ambito di una tavola rotonda a cui prendono parte il
[continua a leggere]

23 maggio 2019

DC partecipa all’incontro: Le pratiche artistiche e culturali come cura delle fragilità dei luoghi e delle persone, che si svolge domenica 26 maggio 2019, ore 15.00, Palazzo delle Esposizioni, Roma. Intervengono: Claudio Bocci, Direttore di Federculture Leonardo Delogu,
[continua a leggere]
dc 2017 video
dc 2016 video