andrea visentini/tiziano contemporaneo

Andrea Visentini Senza titolo (La Presentazione di Maria al Tempio), acquerello e tempera su carta, 50x70cm, 1991.Aretino, scultura in larice rosso dipinto con pittura lavabile per esterni, 55x175cm, 2019. Questi lavori sono parte di Tiziano Contemporaneo. Nel 1991, l’allora adolescente Andrea Visentini partecipa ad un Concorso artistico a Pieve di Cadore, un Concorso legato all’eterno [continua a leggere]

marco andrighetto/la quinta stagione

Marco AndrighettoLa quinta stagione, tecnica mista su tela e tessuto, 50×85 cm, 2019.Il lavoro nasce da un processo di stratificazioni successive, in cui la superficie del quadro viene dapprima costruita, quindi erosa -prendendo esempio dal continuo farsi, e disfarsi, della natura. 
La quinta stagione è un titolo provocatorio, che riflette sull’attuale condizione del nostro ecosistema. [continua a leggere]

gianni de val/wood for life + estinto

Gianni de ValWood for life, olio, fiele di bue, collage di carte predipinte, decollage su telo da imballaggio, 170×120 cm, 2018.Estinto, fiele di bue, olio, vernici, decollage su telo da imballaggio, 190×120 cm, 2018.Queste opere trovano posto in Cantieredivaia. Questi lavori […] fanno parte di un ampio ciclo, che nasce dall’idea di rappresentare una natura che non può più [continua a leggere]

luca chiesura/The sound of silence

Luca Chiesura The sound of silence, stampa su poliestere e pennarello con supporto in materiale plastico, 210×160 cm, 2019. Un fotogramma ingrandito del finale del celeberrimo film Il laureato, con un paesaggio alberato (l’unica immagine di natura, non urbana, dell’intera pellicola) che non è mai stato il protagonista del film. L’autobus giallo accompagna l’ultimo teorema, [continua a leggere]

massimo tevarotto/superficium

massimo tevarotto Superficium (ciondolo), argento e acciaio, 5×11 cm + 2,5m cavo d’acciaio, 2019.Superficium (bracciale), argento, 8×4 cm, 2019.Superficium (anello), argento, 8×3 cm, 2019. Queste opere sono parte di Cantieredivaia. Con Superficium, risultato di a collaborazione con il progetto Prometheus_ in Progettoborca, Massimo Tevarotto elabora la frattura. Fa pulizia del [continua a leggere]

Aleksander Velišček/tiziano contemporaneo

  Aleksander Velišček Ricomposizione di due ritratti tizianeschi di Carlo V, 2019, 17 olii su tela, dimensioni variabili. Questi lavori di Velišček fanno parte di Tiziano Contemporaneo. Il Ritratto di Carlo V seduto (Alte Pinakothek, Monaco), assieme al Ritratto di Carlo V a cavallo (Museo del Prado, Madrid) e’ una commissione dello stesso imperatore Carlo V, richiesta a gennaio [continua a leggere]

sophie westerlind/tiziano contemporaneo

Sophie WesterlindDiana e Atteone, 2019, olio su lino, 85x100cmIl Baccanale degli Andrii, 2019, olio su lino, 85x100cm Questi lavori di Westerlind fanno patte di Tiziano Contemporaneo.Una parte della ricerca di Sophie Westerlind impegna l’artista nello studio e nella ricerca di una connessione con alcune opere, temi e modelli propri di grandi autori della tradizione, in particolare italiani. [continua a leggere]

alessandro pagani/tiziano contemporaneo

Alessandro Pagani Deep tiziano, 2019, olio su tela, 95×75 + 20×20 cm.Portrait (Pietro Aretino with strange big blue eye), 2019, olio su tela, 25×35 cmSelf-portrait, 2019, olio su tela, 25×35 cm. Questi lavori di A. Pagani sono parte di Tiziano Contemporaneo. Protagonisti dei tre ritratti sono, oltre allo stesso Tiziano, il doge Andrea Gritti e il libellista Pietro Aretino, [continua a leggere]

dimitri giannina/para el vien to

Dimitri Giannina PARA el VIEN to, 2019, quattro breghe di abete rosso, quattro di larice, cardini, spray, olio, matita, grafite, foglia d’oro, pallini in acciaio (rosata), incisione. Dei cinesi sentiamo parlare da mesi, rispetto a Tempesta Vaia. I cinesi che salvano il mercato, acquistando le enormi quantità di legname schiantato disponibili dopo l’esbosco. I cinesi che non lo [continua a leggere]

alberto scodro/Moles, Spring, U.G Sunflower, Autumn, u.g goog

Alberto Scodro Moles (Ciupinara), gesso e terra, dieci elementi, dimensioni variabili, 2014-15 Spring #13, sabbie, vetro, ossidi, bronzo, 23x16x4 cm, 2016 Autumn #1, sabbie, vetro, metalli, ossidi, 100x70x4 cm, 2018 U.G Sunflower #2, sabbie, vetro, pigmenti, 50x50x30 cm, 2019 U.G GooG, sabbie, vetro, metalli, ossidi, 35x37x38 cm, 2019 La ricerca di Alberto Scodro mira ad evidenziare linee di [continua a leggere]

michelangelo penso/vibration tree

Michelangelo Penso Vibration tree8 speaker; 80 sezioni di tronco d’abete rosso; 24 voci: 12 testimonianze su Vaia di abitanti del Cadore; 12 interventi di esperti forestali su diversi aspetti legati a Vaia, foresta, clima; 100 metri di cavo; un sistema audio, voce di una foresta labirinto, luglio 2019. OlimpiaCos’è stata Tempesta Vaia, o Vivian, comunque vogliamo chiamarla? [continua a leggere]

mirko baricchi/Selva, Wood

Mirko Baricchi Selva, tecnica mista su tela, 150×150 cm, 2019 Selva #51, tecnica mista su tela, 40×30 cm, 2019 Selva #52, tecnica mista su tela, 40×30 cm, 2019 Selva #22, tecnica mista su tela, 40×30 cm, 2018 Selva #44, tecnica mista su tela, 80×70 cm, 2019 Selva #39, tecnica mista su tela, 80×70 cm, 2019 Selva #58, tecnica mista su tela, 80×70 cm, 2019 Wood [continua a leggere]
news

30 agosto 2019

Michelangelo Penso Vibration tree8 speaker; 80 sezioni di tronco d’abete rosso; 24 voci: 12 testimonianze su Vaia di abitanti del Cadore; 12 interventi di esperti forestali su diversi aspetti legati a Vaia, foresta, clima; 100 metri di cavo; un sistema audio, voce di una foresta labirinto, luglio 2019. OlimpiaCos’è stata Tempesta Vaia, o Vivian, comunque vogliamo chiamarla? Un’ecatombe arborea, la morte del bosco? Una dimostrazione della forza della natura, che
[continua a leggere]

6 giugno 2019

Dolomiti Contemporanee prende parte a Musei delle Dolomiti. Venerdí 7 giugno, il nuovo progetto della Fondazione Dolomiti Unesco viene presentato agli operatori museali al Museo Etnografico della Provincia di Belluno, nell’ambito di una tavola rotonda a cui prendono parte il Museo etnografico dolomiti e il MUSE – Museo delle Scienze di Trento. Si riflette sulla ricchezza del patrimonio dolomitico e sulle nuove opportunità che il digitale offre per
[continua a leggere]

23 maggio 2019

DC partecipa all’incontro: Le pratiche artistiche e culturali come cura delle fragilità dei luoghi e delle persone, che si svolge domenica 26 maggio 2019, ore 15.00, Palazzo delle Esposizioni, Roma. Intervengono: Claudio Bocci, Direttore di Federculture Leonardo Delogu, Corale Gianluca D’Inca Levis, Dolomiti Contemporanee Gaetano Lofrano, ArtePollino Cesare Pietroiusti, artista e presidente PALAEXPO Carmela Rinaldi, Stato di Noia Filippo Tantillo, Comitato Tecnico
[continua a leggere]

13 maggio 2019

Tra aprile e maggio 2019, Filippo Romano, fotografo, ha trascorso un periodo in Residenza in Progettoborca, dove ha iniziato a svolgere una ricognizione fotografica sui territori colpiti dalla Tempesta Vaia, che nel 2019 Dolomiti Contemporanee tiene al centro della propria indagine sul territorio montano.Il lavoro di Romano è stato sostenuto da Fondazione Francesco Fabbri e Dolomiti Contemporanee.Gli esiti della ricerca di Romano saranno presentati nella nona edizione di F4
[continua a leggere]

9 maggio 2019

Nel 2018 Dolomiti Contemporanee ha preso parte all’avvio del progetto Border Crossing (Palermo), che realizza una rete tra progetti culturali e Residenza artistiche sparsi per l’Italia.La partecipazione al progetto viene ribadita anche per il 2019.Giovedì 9 maggio, il gruppo si ritrova nell’evento Border Crossing alla Biennale di Venezia, presso Studio Contemporary Art, Calle  al Ponte de l’Anzolo Castello 5312/a, Venezia. DC sarà poi ancora presente in Border
[continua a leggere]

11 aprile 2019

 Il Film documentario A History about Silence, realizzato dall’artista Caterina Erica Shanta e prodotto da Dolomiti Contemporanee nell’ambito della mostra Brain-tooling (Forte Monte Ricco di Pieve di Cadore, estate 2018), è stato selezionato all’edizione 2019 del Trento Film Festival. Due proiezioni sono in programma per il 24 aprile e 2
[continua a leggere]

3 aprile 2019

SMACH. Constellation of art, culture & history in the Dolomites SMACH è una open call internazionale per artisti. La quarta edizione di SMACH (2019) ha messo al centro la parola Heimat: questa non è un semplice sostantivo. Come noto, si rivela intraducibile in molte lingue, fra le quali inglese e italiano. I tentativi di ricondurlo a concetti come “terra natìa” sono banalizzanti, se non fuorvianti. Heimat possiede in sé una carica identitaria molto più
[continua a leggere]